Moreno Pesce, salita la ferrata della memoria

Come annunciato sabato 7 ottobre,  di buon mattino, Moreno Pesce, atleta paralimpico, in compagnia di Lio del Nes (guida emerita del Collegio Veneto) e del video maker Jacopo Bernard ha salito la Ferrata della Memoria, sopra Longarone che si snoda lungo la parete destra della Valle del Vajont, proprio di fronte a quella dove sessant’anni fa è avvenuto il terribile crollo del quale oggi si celebra la sempre dolorosa memoria.

Alla fine della ferrata Moreno ha rilasciato:

“Tutto bene, non ho fatto neanche troppa fatica, un paesaggio surreale, siamo saliti avvolti nel silenzio più totale rotto solo dai comandi tra me e Lio. I nostri occhi costantemente rivolti alla parete della frana che sta proprio di fronte alla linea della Ferrata della Memoria. Un bel lavoro di gruppo eravamo in quattro, abbiamo condiviso lo spirito doveroso di questa salita.
Sono sinceramente contento di aver scelto il confronto più umano che tecnico con questa ferrata perché è doveroso il tributo cosciente e continuo a tutte le vittime della tragedia del Vajont. Bisogna esercitare la memoria anche scalando in un ambiente che comunque trasmette molto di ciò che è successo. La roccia parla in silenzio”.

Immagini – Jacopo Bernard